produzione vino biologico

SAN POLO - FILOSOFIA VERDE

FILOSOFIA VERDE

Chi conosce Montalcino distingue l'importanza degli scarti altimetrici, dell'esposizione al sole, della composizione pedologica dei terreni, del ruolo dei versanti.

Per questo, a San Polo sentiamo l'obbligo di difendere questa dimensione paesaggistica, questa natura specifica, questa bellezza attraverso la filosofia ci ispira nel nostro lavoro nei campi ed in cantina. San Polo è luogo da visitare: un omaggio ai princìpi d'integrazione con il territorio, vigneti coltivati nel rispetto dell'agricoltura biologica e sostenibile, una cantina dedicata agli esteti ed agli ambientalisti.

VIGNETI

vino biologico Due i poderi della Tenuta: San Polo, messo a dimora nel 1990 con un sesto d'impianto di 4.000 ceppi per ettaro; Montluc, di più recente piantumazione, con una densità di 7.000 ceppi per ettaro. Dei 22 Ha di superficie, 16 sono vitati, di cui 8 a Brunello di Montalcino DOCG. Abbiamo ridotto al minimo l’uso di fertilizzanti e anticrittogamici chimici, apportiamo sostanze organiche con l'uso di concimi naturali, pratichiamo vendemmie esclusivamente manuali e solo al pieno raggiungimento della maturazione fenolica. Il numero ridotto di gemme, l'alta densità di impianto e le scarse concimazioni consentono di raggiungere l'equilibrio tra foglie e frutto e di ottenere maggior concentrazione e ricchezza di zuccheri, polifenoli e profumi. Pratichiamo, quando necessario, un diradamento manuale dei grappoli per selezionare quelli meglio esposti ai raggi del sole ed ottenere una produzione di 4-5 grappoli a pianta e 700-800 grammi di uva per ceppo.

CANTINA

cantina di montalcino La particolare dimensione paesaggistica di San Polo non poteva essere interrotta da elementi costruttivi estranei che ne disturbassero l'armonia. In questo senso la nostra Cantina è moderna – in un contesto saturo di storia e classicità – e funzionale ai nostri obiettivi produttivi, rispettosa del nostro profilo identitario e della nostra unicità. Un edificio capace di interpretare, attraverso le innovative tecniche costruttive, lo sfruttamento intelligente delle generose risorse naturali di questa Terra. Il completo interramento dona un isolamento termico ottimale; i termolabirinti sotterranei raffreddano l'aria esterna prima di immetterla in cantina; la forma dei soffitti convoglia l'aria calda ai lati delle stanze dove viene espulsa attraverso l'uso di camini solari; la presenza di una sorgente sotterranea rinfresca ulteriormente gli ambienti; il rivestimento in pietre porose dell'area di invecchiamento regola l'accumulo ed il rilascio di umidità.